Parole, espressioni e frasi straniere PDF Stampa Email

 

 

1) Le parole e le espressioni in lingua straniera vanno in corsivo quando non siano di uso comune. In tal caso prendono la desinenza al plurale:

 

Es.: feedback, en passant, frames ecc.

 

2) Le parole straniere ormai assimilate dalla nostra lingua o entrate nell’uso comune vanno in tondo e rimangono invariate al plurale:

 

Es.: film, dossier, week-end ecc.

Ma: i fans, le telenovelas, i murales.

 

3) Vanno in tondo e senza forma plurale anche i termini stranieri specifici di una determinata disciplina all’interno di un saggio relativo a quella particolare disciplina. Per esempio, in un testo di pedagogia sulla figura del tutor, tutor si scrive in tondo e non in corsivo.

4) Madame, Monsieur, Messieurs, Lord, Lady, Sir e le relative abbreviazioni vanno sempre maiuscoli. Lady e Sir vanno sempre accompagnati da nome e cognome.

5) Vanno in tondo senza virgolette anche i nomi di vie e piazze stranieri. Quelli inglesi vanno con l’iniziale maiuscola.

 

Es.: Trafalgar Square, boulevard Voltaire, rue de Varennes ecc.

 

 

 

abbonati qui

L'EDITORE

Hjemmeside Wildberry Telefoni Internet